Prism Smart Hub (disp. da Dicembre 2021)

950,00 IVA inclusa

Prism Smart Hub è un dispositivo per guida DIN largo 4 moduli che consente di gestire fino a 50 Prism Basic oppure fino a 50 Prism Solar con singola uscita, sia monofase che trifase.

  • consente la gestione dei carichi, ripartendo tra i Prism collegati l’energia disponibile senza mai superare quella effettivamente disponibile al contatore
  • permette l’autenticazione degli utenti attraverso Card RFID (le prime 10 card sono in dotazione)
  • ha un energy meter interno per registrare i consumi di ogni sessione suddivisi per la card utilizzata
  • è dotato di una porta CAN-BUS per comunicare con i Prism Basic
  • è dotato di una porta ethernet per comunicare con i Prism Solar ed internet
  • ha una porta RS485 per comunicare con un meter esterno
COD: cluster Categoria:

Descrizione

Prism Smart Hub consente di collegare, gestire e comandare fino a 50 Prism Basic oppure fino a 50 Prism Solar RFID in configurazione cluster, cioè tutti interconnessi tra loro. Un cluster di Prism Basic è la soluzione pensata per luoghi dove non è necessaria l’identificazione dell’utente (ad esempio in condomini dove ogni garage è già assegnato ad uno specifico condomino), mentre un cluster realizzato con Prism Solar RFID assegna ad ogni utente una card di identificazione che gli consente di ricaricare la sua auto collegandosi ad uno qualunque dei Prism Solar presenti nell’impianto (es. parcheggi non riservati, hotels, ristoranti, ecc.)

Cluster di Prism BASIC

  • composto solo da Prism Basic
  • ogni Prism Basic, oltre chiaramente alla sua alimentazione adeguatamente protetta da magnetotermico, deve essere collegato in serie al Prism Basic successivo e al Prism Smart Hub utilizzando un normale doppino intrecciato schermato (vedasi manuale di Prism Smart Hub per schema collegamento)
  • il sensore per il bilanciamento dei carichi viene collegato direttamente a Prism Smart Hub
  • il bilanciamento dei carichi avviene in modo paritario, ad ogni vettura in carica viene fornita la stessa potenza suddividendo tra le vetture in carica la potenza effettivamente disponibile al contatore
  • l’amministratore del sistema, attraverso my.silla.cloud, può autorizzare o inibire da remoto il funzionamento di ogni singolo Prism Basic
  • l’amministratore del sistema, attraverso my.silla.cloud, può impostare l’importo in €/kWh (iva compresa) da addebitare agli utilizzatori autorizzati a ricaricare
  • per i Prism Basic attivi vengono registrati in my.silla.cloud, per ogni sessione di ricarica, la data e ora inizio, la data e ora fine, il totale energia erogata, il nome o numero del Prism Basic che ha erogato la ricarica e l’importo totale in € relativo all’energia ricaricata
  • My.silla.cloud offre una reportistica per singola sessione di ricarica o per diversi raggruppamenti, esempio le sessioni per u singolo Prism Basic all’interno di un certo periodo di tempo
  • l’amministratore può verificare in ogni momento l’assorbimento istantaneo di ogni utente collegato, ed anche il totale rispetto al contatore cui Prism Smart Hub è collegato
  • l’amministratore può suddividere il costo totale della bolletta in base alla percentuale di kWh caricati da ogni utente, con selezione per date

Cluster di Prism SOLAR rfid

  • composto solo da Prism SOLAR rfid, possono coesistere Prism Solar Monofase a fianco di Prism Solar Trifase
  • ogni Prism Solar rfid, oltre chiaramente alla sua alimentazione adeguatamente protetta, deve essere collegato via cavo ethernet ad uno switch che a sua volta sarà collegato a Prism Smart Hub
  • a Prism Smart Hub vanno collegati i 3 sensori (se trifase) od il sensore (se monofase) per il bilanciamento dei carichi
  • il bilanciamento dei carichi avviene in modo paritario, ad ogni vettura in carica viene fornita la stessa potenza suddividendo tra le vetture in carica la potenza effettivamente disponibile al contatore
  • ogni Prism Solar è di default dotato di lettore RFID e di due chiavette “master” riservate al proprietario dell’impianto, NON utilizzabili per i clienti
  • sono disponibili set di card (formato carta di credito) che i clienti possono utilizzare per avviare la carica dell’auto:
    • le card utilizzabili sono necessariamente quelle vendute da Silla, non è possibile utilizzare card vergini di fornitori terzi; non è pertanto possibile utilizzare le card eventualmente utilizzate da un albergo come chiave per le camere;
    • le card Silla vengono accoppiate al cluster realizzato con i Prism Solar rfid, permettono quindi di avviare la carica presso uno qualunque dei Prism Solar presenti nell’impianto comandato da Prism Smart Hub;
    • le card hanno un’area personalizzabile (come la firma sulle carte di credito) e permettono di essere identificate anche dentro a my.silla.cloud, per l’identificazione delle stesse;
    • in my.silla.cloud è possibile indicare il prezzo di vendita desiderato, in Euro iva compresa, di ogni singolo kWh “venduto” con il servizio di ricarica
    • Prism Smart Hub registra, per ogni sessione di ricarica, la data e ora inizio, la data e ora fine, il totale energia erogata, il “nome” della card che ha effettuato la ricarica e quantifica l’importo totale in € relativo all’energia ricaricata
    • my.silla.cloud offre un reportistica per singola sessione di ricarica o per diversi raggruppamenti, esempio le sessioni per una singola card all’interno di un certo periodo di tempo
  • l’amministratore del sistema, attraverso my.silla.cloud, può autorizzare la ricarica di un singolo Prism Solar RFID da remoto, senza utilizzare una card.