Installare 10 o 50 colonnine di ricarica nello stesso impianto

Come collegare più colonnine di ricarica Prism Solar RFID nello stesso impianto bilanciando l’energia tra le vetture in carica ed identificando gli utenti tramite card.

Le colonnine di ricarica della gamma Solar RFID possono chiaramente essere installate in configurazione singola, che è la configurazione più comune in ambito residenziale e domestico, ma esistono situazioni dove è necessario avere più Prism collegati allo stesso impianto, sotto lo stesso contatore.

Volendo fare qualche esempio pratico in cui è necessario aver installato più colonnine di ricarica nello stesso impianto potremmo citare: aziende, ristoranti, strutture alberghiere o parcheggi. Classiche situazioni in cui si dimostra necessario che le colonnine di ricarica possano dialogare tra di loro al fine di ottimizzare la gestione dei carichi, suddividendo tra i vari Prism l’energia disponibile, e che possano riconoscere l’utente o il cliente che ha iniziato la sessione di ricarica tramite l’utilizzo di card e del lettore montato di serie in tutti i Prism Solar RFID.

Di quante colonnine di ricarica hai bisogno? 1, 10 o 50? Non c’è problema abbiamo comunque una soluzione per te

Sono tre sono le tipologie di installazione disponibili:

  • Installazione singola:
    È la normale installazione di 1 colonnina di ricarica. Solitamente puoi trovarla in ambiente domestico, residenziale o presso piccole aziende; tutto il necessario è fornito in dotazione con Prism, compreso il sensore per il bilanciamento dei carichi
  • Installazione delle colonnine di ricarica in configurazione Cluster 10:
    Si tratta della soluzione che ti consente di avere fino a 10 punti di ricarica per auto elettriche. Questo tipo di installazione prevede che un Prism funga da Principale e fino a 9 Prism addizionali fungano da Secondari, comandati dal Prism Principale. Tutto quello che serve per installare Prism Solar in un Cluster 10 è già fornito con Prism, compreso il sensore per il bilanciamento dei carichi. Il Prism Principale utilizzerà il sensore come se fosse in un’installazione singola e gestirà i Prism Secondari (fino a 9) attraverso la connessione di rete locale (l’utilizzo di una connessione cablata tramite un piccolo switch è fortemente consigliata)
  • Installazione delle colonnine di ricarica in configurazione Cluster 50:
    Questa è la soluzione che consente di avere fino a 50 punti di ricarica per auto elettriche. L’installazione Cluster50 prevede che un Prism Smart Hub (da acquistare a parte) gestisca fino a 50 Prism Solar RFID . Il sensore per il bilanciamento dei carichi verrà utilizzato da Prism Smart Hub che gestirà i Prism Secondari (fino a 50) attraverso la connessione di rete ethernet (l’utilizzo di una connessione cablata tramite uno o più switch è fortemente consigliata).

L’utilizzo di un’installazione in Cluster 10 o Cluster 50 è concettualmente simile a quello di un Prism Solar RFID con 10 o 50 porte di ricarica :-), e mantiene tutte le caratteristiche già presenti in un Prism Solar RFID in installazione singola, con particolare attenzione a:

  • gestione del bilanciamento dei carichi
    un’installazione in Cluster 10 o Cluster 50 suddivide sempre l’energia disponibile tra le vetture collegate e gestisce il totale dell’energia erogata alle vetture in modo che non superi mai la potenza disponibile al contatore, per evitare interventi del magnetotermico e conseguenti black-out.
  • identificazione degli utenti tramite card
    ogni card è nominativa e consente di addebitare il costo della ricarica al proprietario di quella card, lasciando sempre e comunque al proprietario dell’impianto la decisione dell’importo da addebitare.
    E’ una soluzione che si presta a punti di ricarica aziendali, dove ogni dipendente dotato di auto elettrica ha la sua card, oppure in alberghi ed agriturismo, dove ad ogni camera viene abbinata una card per la ricarica consentendo quindi il corretto addebito del costo della ricarica.
  • reportistica dettagliata attraverso my.silla.cloud
    my.silla.cloud offre un reportistica per singola sessione di ricarica o per diversi raggruppamenti, come ad esempio le sessioni per una singola card all’interno di un certo periodo di tempo, calcolando anche il costo da addebitare sulla base dell’importo configurato dal proprietario dell’impianto