Categorie
Prodotti

Come funziona Prism DUO e quando la sua installazione è ideale?

Abbiamo messo Prism DUO sotto la lente d’ingrandimento per rispondere alle vostre domande più frequenti. Quando è ideale installare PRISM nella versione DUO? Come funziona e che performance di ricarica consente?

Tutto quello che c’è da sapere sulla versione DUO di Prism

Abbiamo messo Prism DUO sotto la lente d’ingrandimento con l’obiettivo di fornire una panoramica più chiara possibile a chi sta pensando di acquistarlo e farne il proprio alleato numero uno per muoversi a bordo di un’auto elettrica. Quella della colonnina domestica è una scelta tutt’altro che superficiale se pensiamo che, da un acquisto consapevole, derivano numerosi vantaggi legati al risparmio di tempo e denaro. Variabili che fanno la differenza reale tra un’esperienza di passaggio all’elettrico positiva o meno. Prism DUO condivide con la gamma Prism Solar RFID le features che ne fanno la colonnina di ricarica tra le più evolute attualmente sul mercato, vale a dire la possibilità di caricare l’auto gratis senza prelevare dalla rete ma sfruttando esclusivamente l’energia prodotta dal fotovoltaico, il bilanciamento dei carichi a salvaguardia del contatore e l’avvio della ricarica tramite riconoscimento dello user via tecnologia RFID. Ciò che cambia è la performance in termini di KW erogati in accordo al tipo di impianto in cui Prism DUO è installato.

In questo articolo approfondiremo:

Prism DUO
Come funziona Prism DUO?

Come funziona Prism DUO in impianto Trifase?

Prism DUO , quando installato in un impianto trifase, utilizza 2 delle 3 fasi di cui l’impianto si compone, ed ogni uscita eroga la potenza massima disponibile per ognuna delle fasi. Ad esempio in un impianto trifase da 22kW ogni connettore (monofase) potrà fornire fino a 7,4 kW.

Ma quindi con Prism DUO carico due auto, ciascuna fino a 22KW ?

Una domanda che sorge spontanea ma il fatto che l’impianto sia trifase non deve trarre in inganno. Date le caratteristiche dell’impianto è possibile presumere che ognuna delle due uscite destinate alla ricarica dell’auto funzioni come un’uscita trifase ma non è così. Prism DUO in impianto trifase mette a disposizione dell’utente due connettori che corrispondono a due uscite, ciascuna delle quali funziona come un’uscita monofase che eroga al massimo 7,4KW. E i conti tornano a confermarlo: un impianto trifase che eroga al massimo 22KW è formato da 3 fasi e ognuna di queste eroga al massimo 7,4 KW.

Prism DUO
Prism Duo in impianto trifase

Come funziona Prism DUO in impianto Monofase?

In un impianto monofase Prism Solar DUO preleva al massimo 7,4KW e, quando installato appunto in un impianto monofase, può erogare al massimo 7,4KW come somma delle due uscite sui suoi due connettori. La ripartizione di KW tra le due uscite non è un valore fisso, ma dipende da quanta energia è assorbita da ognuna delle due vetture collegate. Nel caso ad esempio di una sola vettura collegata questa potrà utilizzare tutti i 7,4 kW disponibili, compatibilmente con gli eventuali limiti della vettura o del contatore.

Prism DUO
Prism DUO in impianto monofase

In che contesto è ideale Prism DUO?

Alla luce delle performances attese sia in caso di impianto mono che trifase ci sentiamo di suggerire l’installazione di Prism DUO in ambiente prevalentemente domestico. In questo caso la quantità di carica erogata, in rapporto al tempo e all’investimento intrapreso per l’acquisto e l’installazione della colonnina, sarebbe di fatto ottimizzata. Al contrario in un ambito aziendale, presumibilmente già dotato di un contatore trifase, Prism DUO non sarebbe in grado di poter offrire anche la ricarica in modalità trifase alle vetture che possono accettarla, ed è pertanto preferibile l’installazione di Prism Solar Trifase.

Consigliata quindi l’installazione di Prism DUO in ambiente domestico in quanto la carica ottenuta sarebbe sempre comunque più che accettabile, anche quando bilanciata tra le due uscite perché destinata a due autovetture differenti.